CircolariCIRCOLARE N.26 DEL 26/05/2014 FINANZIAMENTI AGEVOLATI A VALERE SUL FONDO ROTATIVO FONCOOPER PER LE SOCIETA’ COOPERATIVE PMI

26 Maggio 2014

Attraverso FONCOOPER la regione Emilia Romagna concede finanziamenti agevolati per la realizzazione di progetti finalizzati all’aumento della produttività o dell’occupazione, alla valorizzazione dei prodotti, alla razionalizzazione del settore distributivo, alla realizzazione o acquisto di impianti nel settore della produzione e della distribuzione del turismo e dei servizi, alla ristrutturazione e riconversione degli impianti.

Tali finanziamenti sono destinati alle società cooperative regolarmente costituite, escluse quelle di abitazione, rientranti nei limiti dimensionali previsti per le PMI di cui al decreto del Ministero Attività Produttive del 18/4/2005

La Banca, istruisce le domande verificando la validità degli investimenti programmati, finalizzati alla promozione e allo sviluppo della cooperazione, e la capacità di rimborso dei finanziamenti richiesti previa verifica dell’esistenza dei requisiti di seguito indicati:

– siano iscritte nell’albo delle società cooperative;

– a mutualità prevalente ai sensi della vigente normativa (articoli 2511 e  seguenti del codice civile);

– a mutualità non prevalente, purché risultino in possesso dei requisiti mutualistici di cui all’art. 2514 del c.c. previsti per le cooperative a mutualità prevalente.

Il finanziamento concesso non può superare il limite del 70% dell’ammontare totale delle spese ammissibili e comunque non può essere superiore a 2.000.000,00 di €.

Le imprese dovranno partecipare alla copertura degli investimenti in misura non inferiore al 25% degli investimenti stessi;

L’agevolazione consiste in finanziamenti a tasso agevolato accordati in misura idonea a sostenere le spese necessarie per la realizzazione del progetto e rimborsabili tramite rate semestrali

– fino a 8 anni se il progetto riguarda esclusivamente l’acquisto di macchinari e/o attrezzature;

–   fino a 12 anni negli altri casi;

I tassi di interesse praticati sono i seguenti:

non inferiore al 25% del tasso di riferimento del settore di attività (attualmente i tassi applicati sono pari al 25% o al 50% del tasso di riferimento stesso, a seconda dei casi) e comunque nel rispetto dei limiti di intensità di aiuto in termini di ESL (equivalente sovvenzione lorda) previsti dalla normativa comunitaria.

Sono ammissibili le spese, al netto di IVA, sostenute successivamente alla data di presentazione delle domande medesime per:

–  l’acquisizione di aree e/o fabbricati;

–  l’esecuzione di opere murarie;

–  l’acquisto, ammodernamento e ristrutturazione di macchinari, attrezzature e impianti, ivi compresi automezzi targati e natanti, comunque compatibili con la normativa comunitaria.

L’istruttoria delle domande di finanziamento è quindi finalizzata ad accertare, anche con l’ausilio di tecnici fiduciari:

a) la capacità di autofinanziamento della cooperativa richiedente, in modo da determinare l’ammontare di ciascuna operazione, che non potrà comunque superare il 70% dell’ ammontare del piano di investimenti ed i limiti di importo fissati dalla normativa;

b) la natura dei beni che formano oggetto dell’investimento, in modo da fissare la durata del finanziamento in dipendenza della loro prevedibile obsolescenza tecnica, nonché i tempi necessari alla loro costruzione o installazione e alla successiva utilizzazione “a regime”, al fine di commisurare ad essi il periodo di preammortamento;

c) la capacità di rimborso del finanziamento da parte della richiedente che sarà valutata anche sulla base:

– dell’idoneità tecnica e la convenienza economica dell’investimento, anche in relazione all’andamento dello specifico settore di attività;

– delle potenzialità produttive derivanti dall’investimento in rapporto alla situazione di mercato;

–  della capacità finanziaria della cooperativa di fronteggiare i fabbisogni aziendali di esercizio oltre che di investimento.

Lo studio si rende disponibile ad accompagnare coloro che sono interessati nella predisposizione dei documenti necessari alla richiesta del finanziamento, che si potranno rivolgere direttamente al dr. Fausto Braglia.

f.braglia@sgbstudio.it

 

(scarica la circolare completa in .pdf)

https://www.sgbstudio.it/wp-content/uploads/2018/10/logo-sgb2.png
https://www.sgbstudio.it/wp-content/uploads/2020/05/LawOneTax_logo-1.png

© 2018 SGB & PARTNERS COMMERCIALISTI
via Emilia all’Angelo 44/B, 42124 Reggio Emilia
T. +39 0522 941069 – info@sgbstudio.it – P:IVA 01180810358
Privacy PolicyInformativa cookies