CircolariCIRCOLARE N.9 DEL 18/01/2017 RICHIESTA DATI IVA 2017 – DICHIARAZIONE ANNUALE IVA PERIODO D’IMPOSTA 2016

18 Gennaio 2017

A seguito dell’abrogazione della Comunicazione dati IVA, entro il prossimo martedì 28 febbraio 2017 occorrerà presentare OBBLIGATORIAMENTE il modello annuale IVA.

Si ricorda che nell’ambito del contrasto all’indebita compensazione di crediti, l’art. 10 del DL 01/07/2009 n. 78 prima e l’art. 8, co. 18 – 20 del DL 02/03/2012 n. 16, poi, ha introdotto alcuni vincoli in materia di compensazione dei crediti IVA.

In particolare, la compensazione c.d. “orizzontale” del credito IVA annuale, nel mod. F24, per importi superiori a € 5.000 annui, può essere effettuata solo a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione annuale dalla quale il credito emerge, ferma restando l’eventuale necessità del visto di conformità o della sottoscrizione dell’organo di controllo qualora tale credito ecceda l’ammontare di 15.000,00 euro.

Il saldo IVA 2016 dovrà essere versato:

  • in un’unica soluzione, entro il 16/03/2017;
  • ovvero mediante rateizzazione mensile, a partire dal 16/03/2017, maggiorando le rate successive alla prima dello 0,33% mensile a titolo di interessi;
  • ovvero entro la scadenza del saldo derivante dal Modello Unico 2017 redditi 2016 fissata al 30/06/2017, maggiorando l’importo dello 0,40% a titolo di interesse per ogni mese o frazione di mese successivo al 16/03/2017.

 

CONSIDERATO L’OBBLIGO DI INVIO DEL MODELLO ENTRO IL 28/02/2017 SENZA NESSUNA POSSIBILITA’ DI DIFFERIMENTO (IN QUANTO LA COMUNICAZIONE IVA E’ STATA ABROGATA) vi chiediamo la sollecita predisposizione di copia della documentazione di seguito elencata, dei prospetti riportati nelle pagine successive e della comunicazione di  richiesta e impegno alla trasmissione telematica del modello IVA.

Sarà cura del vostro referente di Studio contattarvi per stabilire le modalità di acquisizione dei dati.

ELENCO DOCUMENTI DA PREDISPORRE

  1. tabulato annuale IVA vendite suddiviso per aliquote e tipologia di operazioni IVA (non imponibili, esenti, ecc.);
  2. tabulato annuale IVA acquisti suddiviso per aliquote e tipologia di operazioni IVA (non imponibili, esenti, ecc.);
  3. copia del mastrino contabile relativo al conto “ERARIO C/IVA”;
  4. liquidazioni IVA mensili/trimestrali;
  5. elenco dei versamenti mensili/trimestrali e degli eventuali ravvedimenti operosi;
  6. copia dei modelli F24 di cui al punto precedente;
  7. copia del modello F24 relativo al versamento dell’acconto IVA di dicembre e indicazione della modalità utilizzata per il relativo calcolo ( metodo  storico, metodo previsionale, metodo analitico – effettivo);
  8. credito IVA anno 2015 utilizzato in compensazione tramite modello F24 nel corso del 2016 (allegare copia dei modelli F24) o richiesto a rimborso nell’anno 2016;
  9. rimborsi infrannuali richiesti o credito risultante dai primi 3 trimestri del 2016 compensato nel modello F24 (allegare copia dei modelli di versamento);
  10.   indicazione dell’importo degli acquisti effettuati con contribuenti che si sono avvalsi di regimi agevolativi forfetari;
  11. indicazione dell’importo degli acquisti effettuati con contribuenti che si sono avvalsi della disposizione “IVA per cassa”;
  12.   indicare  se  nel  corso  dell’anno  2016  sono  stati  effettuati  versamenti  IVA  con  il  modello  F24 immatricolazione auto UE e allegare copia dei relativi modelli F24;
  13. indicare se sono state effettuati acquisti, cessioni e locazioni di immobili (abitativi, strumentali, patrimonio);
  14. indicare se sono state effettuate operazioni nei confronti di condominii;
  15. indicare se sono state effettuate operazioni rientranti nel regime del margine;
  16. indicazione dell’importo degli acquisti e delle cessioni di telefoni cellulari, microprocessori,unità centrali di elaborazione, console da gioco, tablet e Pc e laptop nelle fasi di commercializzazione precedenti la vendita al dettaglio  con applicazione del meccanismo del reverse charge;
  17. indicazione dell’importo degli acquisti e delle cessioni di servizi del comparto edile e settori connessi e di beni e servizi del settore energetico con applicazione del meccanismo del reverse charge;
  18. indicazione dell’importo delle operazioni effettuate nei confronti di Enti pubblici con applicazione dello “split payment”;
  19. comunicazione delle eventuali opzioni, rinunce e revoche;
  20. TUTTE le seguenti tabelle:

( scarica la circolare completa .pdf )

https://www.sgbstudio.it/wp-content/uploads/2018/10/logo-sgb2.png
https://www.sgbstudio.it/wp-content/uploads/2020/05/LawOneTax_logo-1.png

© 2018 SGB & PARTNERS COMMERCIALISTI
via Emilia all’Angelo 44/B, 42124 Reggio Emilia
T. +39 0522 941069 – info@sgbstudio.it – P:IVA 01180810358
Privacy PolicyInformativa cookies