CircolariCIRCOLARE N.13 DEL 09/03/2016 SPESOMETRO 2016 PERIODO D’IMPOSTA 2015 – BLACK LIST 2016 PERIODO D’IMPOSTA 2015 – SCADENZA 10,12 E 30 APRILE 2016

9 Marzo 2016

L’art. 21 del DL 31.5.2010 n. 78 (conv. L. 30.7.2010 n. 122) ha introdotto l’obbligo, per i soggetti passivi IVA, di comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate le operazioni, rilevanti ai fini dell’imposta, rese e ricevute, di importo almeno pari a 3.000,00 euro (c.d. “spesometro”).

A decorrere dall’1.1.2012, tale norma è stata modificata dall’art. 2 co. 6 del DL 2.3.2012 n. 16 (conv. L. 26.4.2012 n. 44) prevedendo che l’adempimento in esame, ove riferito alle operazioni per le quali è previsto l’obbligo di emissione della fattura, è assolto con la trasmissione, per ciascun cliente e fornitore, di tutte le operazioni attive e passive effettuate, a prescindere quindi dal loro importo. Per le operazioni non soggette all’obbligo di emissione della fattura, è stato invece confermato che la comunicazione ha per oggetto le operazioni di importo non inferiore a 3.600,00 euro, al lordo dell’IVA.

La scadenza prevista per l’invio dello Spesometro 2016 periodo d’imposta 2015 è il:

–  11 aprile 2016 per i contribuenti con liquidazione iva mensile;

– 20 aprile 2016 per i contribuenti con liquidazione iva trimestrale.

– 30 aprile 2016 per gli operatori finanziari che devono comunicare gli acquisti superiori a 3.600 euro pagati con bancomat o carte di credito.

Per tutte le informazioni relative alla compilazione della predetta comunicazione, non essendo intervenute particolari modifiche o aggiornamenti da parte dell’Agenzia delle Entrate, si rimanda alla nostra circolare n°36/2013 del 23/10/2013.

NOVITA’ COMUNICAZIONE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST

Si ricorda che le operazioni con i PAESI BLACK LIST effettuate nell’anno 2015 vanno comunicate, sempre entro le suddette scadenze, attraverso il quadro BL contenuto nel Modello Polivalente (modello che comprende anche lo Spesometro).

Pertanto il file da inviare all’Agenzia delle Entrate oltre a contenere i dati dello Spesometro, dovrà contenere anche i dati delle operazioni concluse nel 2015 con PAESI BLACK LIST.

Le regole dell’adempimento sono quelle ridisegnate dal DLgs. 175/2014, e sono tali da imporre l’invio nel momento in cui l’ammontare complessivo delle operazioni rilevanti con i paradisi fiscali ecceda la soglia di 10.000 euro; se ciò accade devono essere comunicate tutte le suddette operazioni, anche se di importo unitario minimo.

Nel corso del 2015 la normativa in questione non ha subito evoluzioni; si è però assistito ad una ripetuta ridefinizione delle liste degli Stati a fiscalità privilegiata che impone di valutare con attenzione quali operazioni segnalare nel quadro BL del modello polivalente. Il risultato complessivo dell’analisi è tale per cui, comunque,  alle molteplici semplificazioni che hanno caratterizzato le imposte sui redditi si contrappone una situazione di sostanziale stallo per le comunicazioni black list IVA, le quali rimangono obbligatorie anche per i rapporti con Stati dotati di un rilevante interscambio con l’Italia quali Svizzera, Singapore, Malaysia, Hong Kong ecc.

ATTENZIONE

TRASMISSIONE TELEMATICA DA PARTE DEL NOSTRO STUDIO

Il nostro Studio, quale intermediario abilitato, si rende disponibile alla trasmissione telematica del Modello Polivalente.

Vista la numerosità di dati e delle informazioni richieste non è pensabile che la Vostra Società possa inserire con digitazione a mano tutti i dati richiesti.

Lo Studio per agevolare l’adempimento dell’invio consiglia di seguire questa procedura:

  • acquisire dalla propria software house all’interno del proprio sistema informatico la funzione o il “pacchetto” che provveda alla compilazione della comunicazione, COMPRESO IL QUADRO BL RELATIVO AI PAESI BLACK LIST, e predisponga il file secondo un “tracciato telematico”;
  • nel caso in cui la società voglia avvalersi dello Studio per la trasmissione telematica degli elenchi, far inserire nel file i dati anagrafici dell’intermediario (lo Studio) che provvederà all’invio telematico e precisamente:
  • codice fiscale dell’intermediario: 01180810358
  • impegno a presentare la comunicazione: comunicazione predisposta dal contribuente
  • data dell’impegno: 04   04   2016
  • far effettuare dalla software house il controllo del file creato alla verifica formale dei dati contenuti, attraverso il modulo di controllo esistente;
  • in caso di presenza di errori, procedere alla loro correzione ed effettuare di nuovo il controllo di cui al punto 4);
  • in caso di assenza di errori, trasmettere allo Studio il file entro venerdì 25 marzo 2016.

L’indirizzo a cui trasmettere il file telematico è il seguente:

f.azzimondi@sgbstudio.it

Lo Studio provvederà autonomamente alla trasmissione telematica del file all’Agenzia delle Entrate entro le scadenze stabilite.

Per facilitarVi, abbiamo predisposto la comunicazione qui di seguito riportata, che dovrà essere riconsegnata tempestivamente via fax per la richiesta e l’incarico di trasmissione telematica del file relativo alla predetta comunicazione.

Per assicurare un accurato servizio Vi invitiamo ad osservare i tempi di indicati.

Lo Studio rimane a disposizione per eventuali chiarimenti.

Cordiali saluti.

SGB & Partners – Commercialisti

(scarica la circolare completa in .pdf)

https://www.sgbstudio.it/wp-content/uploads/2018/10/logo-sgb2.png
https://www.sgbstudio.it/wp-content/uploads/2020/05/LawOneTax_logo-1.png

© 2018 SGB & PARTNERS COMMERCIALISTI
via Emilia all’Angelo 44/B, 42124 Reggio Emilia
T. +39 0522 941069 – info@sgbstudio.it – P:IVA 01180810358
Privacy PolicyInformativa cookies