CircolariCIRCOLARE N. 34 DEL 10/09/2014 NUOVI VINCOLI PER I MODELLI F24

10 Settembre 2014

1 PREMESSA

L’art. 11 comma 2 del DL 24 aprile 2014 n. 66 contiene importanti novità circa la presentazione dei modelli F24 a partire dal prossimo 1° ottobre 2014.

Infatti, da tale data, tutti i modelli F24 contenenti compensazioni, oppure con un saldo finale a debito superiore a 1.000 euro, dovranno essere presentati esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate ovvero, in alcuni casi, tramite proprio home banking bancario o postale.

La nuova normativa riguarda sia i titolari di partita iva (per i quali l’obbligo dell’invio telematico era già previsto dal 1° gennaio 2007) che per i privati non titolari di partita iva.

 

2 MODALITA’ OPERATIVE

I nuovi vincoli, che saranno operativi a partire dai modelli F24 presentati dal 1° ottobre 2014, riguardano tre “categorie” di modelli F24:

–          a saldo zero;

–          con saldo a debito di qualunque importo ma con compensazioni;

–          con saldo a debito superiore a 1.000 euro, senza compensazioni.

 

2.1 Presentazione F24 a saldo zero per effetto delle compensazioni

I modelli F24 il cui saldo finale, per effetto delle compensazioni effettuate, sia di importo pari a zero, dovranno essere presentati esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Diventerà quindi obbligatorio l’utilizzo dei seguenti servizi telematici:

 

  1. a.            “F24 on line”
  •             Si tratta di un servizio cui hanno accesso tutti i contribuenti in possesso del “pincode” di abilitazione; per usufruire di tale servizio è necessario avere un conto corrente presso una banca convenzionata con l’Agenzia delle Entrate o presso Poste Italiane, sul quale addebitare le somme dovute.
  •             Per ottenere il “pincode” è necessario registrarsi ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate sul sito http://telematici.agenziaentrate.gov.it/Main/Registrati.jsp entrando nel programma Fisconline e cliccando su “richiedi il codice pin”. Per poter ottenere il codice è necessario indicare i dati dell’ultima dichiarazione dei redditi presentata, le modalità di presentazione e il relativo reddito dichiarato nonché il codice IBAN del conto corrente con cui saranno effettuati i pagamenti.

Il sistema fornirà subito le prime quattro cifre del codice, mentre le                                          altre sei e la password saranno inviate per posta entro 15 giorni.

  •             Una volta ottenuto il codice pin e la password si può accedere al link “compilazione e invio” e scaricare il software per la compilazione del mod. F24.
  •             L’F24 andrà inviato accedendo al link “invio del file” e seguendo le istruzioni.
  •             Fisconline è utilizzabile:
  • da tutti i contribuenti senza partita IVA;
  • dai contribuenti con partita IVA che abbiano presentato l’ultimo mod. 770 indicando non più di 20 soggetti, sempre che non abbiamo già scelto di utilizzare il servizio Entratel.

Tutti gli altri soggetti devono utilizzare il servizio Entratel.

 

  1. b.      “F24 web”
  •             Anche questo servizio necessita della preventiva iscrizione a Fisconline e dell’ottenimento del codice pin.
  •             Tuttavia, a differenza del precedente, questo servizio consente ai contribuenti di compilare e trasmettere il modello di versamento senza la necessità di           scaricare sul proprio computer alcun software, ma direttamente sul sito dell’Agenzia; il pagamento avviene con un “ordine di addebito” sul conto   corrente bancario o postale del contribuente a beneficio dell’Agenzia delle Entrate.

 

  1. c.       “F24 cumulativo”

È riservato agli incaricati della trasmissione telematica delle       dichiarazioni abilitati ad Entratel (es. dottori      commercialisti, esperti          contabili,         consulenti del lavoro, CAF), che intendono eseguire i       versamenti on line     delle    somme dovute dai propri clienti con addebito diretto sui conti correnti bancari o postali di questi ultimi o sul       conto corrente dell’intermediario medesimo.

In questo caso, quindi (cioè con F24 a saldo zero per intervenuta compensazione), non sarà più possibile presentare i modelli F24:

– in formato cartaceo presso gli sportelli bancari, gli uffici postali o gli agenti della riscossione, qualora si tratti di contribuenti non titolari di partita IVA (a partire dal 2007, infatti, tutti i soggetti titolari di partita IVA sono già tenuti a presentare i modelli F24 esclusivamente con modalità telematiche);

– in via telematica, avvalendosi dei sistemi di home/remote banking collegati al circuito CBI (Corporate Banking Interbancari) del sistema bancario o di altri sistemi di home banking offerti dagli istituti di credito o dalle Poste.

 

2.2 Presentazione F24 a debito ma che presenta compensazioni

In questa “categoria” rientrano invece i modelli F24 con un saldo finale a debito (di qualsiasi importo), ma nei quali siano state effettuate compensazioni; si tratta, quindi, dei modelli F24 in cui vengono indicati importi a debito superiori agli importi a credito.

In tal caso la presentazione del modello F24 dovrà avvenire esclusivamente:

– mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, cioè mediante i servizi “F24 on line”, “F24 web” e “F24 cumulativo”;

– oppure tramite home banking dal proprio conto corrente bancario o postale.

 

2.3 Presentazione F24 a debito superiore a 1.000 euro, senza compensazioni

L’obbligo di utilizzare esclusivamente gli strumenti di cui al precedente punto 2.2 si applica anche nel caso in cui il saldo finale del modello F24 sia di importo superiore a 1.000 euro, senza che siano state effettuate compensazioni.

 

2.4 Presentazione F24 cartaceo

Rimangono liberi da vincoli, quindi è possibile utilizzare ancora la modalità cartacea, le presentazioni di F24 senza alcuna compensazione esposta, di importo pari o inferiore a 1.000 euro ed effettuati da soggetti NON titolari di partita iva.

Quindi schematicamente:

 SOGGETTI TITOLARI DI PARTITA IVA

SALDO FINALE F24 a ZERO PER COMPENSAZIONI SALDO F24 a DEBITO con

COMPENSAZIONE

 

SALDO F24

SUPERIORE a

1.000 EURO

 

SALDO F24 PARI o

INFERIORE a

1.000 EURO

SENZA

COMPENSAZIONE

 

Presentazione solo con Entratel Presentazione solo con Entratel o home banking

 

Presentazione solo con Entratel o home banking

 

Presentazione solo con Entratel o home banking

 

 

SOGGETTI NON TITOLARI DI PARTITA IVA

 

SALDO FINALE F24 a ZERO per COMPENSAZIONI SALDO F24 a DEBITO con

COMPENSAZIONE

 

SALDO F24

SUPERIORE a

1.000 EURO

 

SALDO F24 PARI o

INFERIORE a

1.000 EURO

SENZA

COMPENSAZIONE

 

Presentazione solo con Fisconline Presentazione solo con Fisconline o home banking

 

Presentazione solo con Fisconline

o home banking

 

Presentazione con Fisconline o home banking o cartaceo

 

 

 

Lo Studio rimane a disposizione della clientela per eventuali chiarimenti.

( scarica la circolare completa in .pdf )

https://www.sgbstudio.it/wp-content/uploads/2018/10/logo-sgb2.png
https://www.sgbstudio.it/wp-content/uploads/2020/05/LawOneTax_logo-1.png

© 2018 SGB & PARTNERS COMMERCIALISTI
via Emilia all’Angelo 44/B, 42124 Reggio Emilia
T. +39 0522 941069 – info@sgbstudio.it – P:IVA 01180810358
Privacy PolicyInformativa cookies